La tragica fine della contessa Lara, Roma 1896

Contessa LaraEvelina Cattermole, alias la “contessa Lara” era nata a Firenze nel 1849. Già a diciotto anni pubblica la sua prima raccolta di poesie, “Canti e ghirlande” che la rende famosa nei salotti e nei circoli letterari della sua città. In uno di questi circoli letterari incontra il giovane tenente Mancini. Il 5 marzo 1871 i due innamorati si sposano. Lui è un conte e ufficiale dei bersaglieri, e ha partecipato alla presa di Roma. Dopo le nozze la coppia vive a Milano, dove il tenente è in forza, e dove ben presto farà una brillante carriera ignorando la giovane moglie. Evelina ha la sua attività letteraria come consolazione, ma il suo cuore in subbuglio trova presto un diversivo: Giuseppe Bennati di Bylon, granduca e, molto più prosaicamente, impiegato nel Banco di Napoli. Come nei migliori romanzi d’appendice, i due amanti sono scoperti dal marito di lei nel vortice dell’alcova: schiaffi, insulti e sfida a duello. Il povero bancario cade fulminato da un colpo di pistola proprio in mezzo alla fronte. Evelina distrutta rientra a Firenze. Il suo matrimonio è ormai finito. Ma in città, per lei, l’aria si è fatta pesante e non tutte le porte si aprono come prima. Così decide di partire per Roma per cercare fortuna nel mondo del giornalismo. Trova un giornalista, Giovanni Alfredo Cesareo, con cui per dieci anni condivide vita e lavoro in un’esistenza comune e molto normale. Ma il destino di Evelina non è ancora scritto. Nel 1889, sempre a Roma, conosce il Pittore Giuseppe Piemonti. Lui ostenta idee rivoluzionarie, si dice bruciato dal fuoco sacro dell’arte, in realtà campa disegnando vignette per alcuni giornali. Ma Evelina ama quell’uomo di una passione folle, e sopporta le sue continue richieste di denaro, le botte e gli insulti. Fino all’estate del 1895, quando si reca in vacanza sulla riviera ligure e conosce il tenente di vascello Ferruccio Battali. Inutile dire che il loro amore sarà intenso e travolgente. Durerà lo spazio di pochi giorni e poche notti, perché lui deve nuovamente imbarcarsi. Affranta Evelina torna a Roma, e la sua intenzione è di rompere la relazione con Pierantoni, il pittore. Lui però non accetta la cosa volentieri. Aggredisce in strada la cameriera di Evelina e le strappa di mano le lettere dirette al Battali, il nuovo amante. Poi con quelle si presenta a casa della donna iniziando una feroce sceneggiata. Evelina, spaventata e stanca prende la sua piccola pistola, gliela punta contro intimandogli di uscire e di lasciarla finalmente in pace. Ma lui le salta addosso. Parte un colpo. Evelina è colpita a morte. La pallottola le entra in pieno ventre. L’assassino allora rivolge la pistola contro di sé e spara, ma riesce solo a ferirsi di striscio. Nel 1897 nella Corte d’Assise di Roma ha inizio il processo. Pierantoni, l’assassino, sarà condannato a undici anni e otto mesi di reclusione, e gli sarà riconosciuta l’attenuante della provocazione. Di Lara Pavanetto

Advertisements

5 risposte a “La tragica fine della contessa Lara, Roma 1896

  1. I really like your blog.. very nice colors & theme.
    Did you design this website yourself or did you hire someone to do it for
    you? Plz reply as I’m looking to create my own blog and would like to know where u got this from. thanks

  2. Hello! I know this is somewhat off-topic but I needed to ask.
    Does managing a well-established blog like yours take a large amount of
    work? I am brand new to running a blog however I do write in my journal
    everyday. I’d like to start a blog so I can share my own experience and thoughts online. Please let me know if you have any ideas or tips for new aspiring bloggers. Thankyou!

    • I write on this blog once a week. It’s not too much work for me. I don’t know what I can suggest you to start, maybe try with wordpress.com, is free and very easy to use.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...